By

Data / Ora
Date(s) - 25/02/2020
19:0022:30

Location
Teatro Litta

Programma

ore 19.00. primo concerto

Emmanuel Nunes (1941-2012)
Litanies du feu et de la mer I e II (1969-71)

Maria Grazia Bellocchio pianoforte

 

ore 21.00. secondo concerto

Gabriele Manca (1957)
“Senti! Aspetta!” (2019)**
Opera commissionata con il sostegno di SIAE – Classici di Oggi 2018-2019

Stefano Bulfon (1975)
Veli d’aria (2018)**
Le temps est un fleuve sans rives (2010)

Stefano Gervasoni (1962)
Altra voce, omaggio a Robert Schumann per pianoforte e dispositivo elettronico trasparente (2016-17)
I. Luce ignota della sera da Zwölf Vierhändige Klavierstücke für kleine und große Kinder op. 85 n. 12
II. Sirenenstimme da Fantasiestücke op. 88 n. 3
III. Fiori soli rossi da Waldszenen op. 82 n. 3 e 4
IV. Vogelgänger da Waldszenen op. 82 n. 7
V. Alba mentore da Gesänge der Frühe op. 133 n. 1

Maria Grazia Bellocchio pianoforte

Alvise Vidolin live electronics

**prima esecuzione assoluta

Le Litanies du feu et de la mer I e II sono una delle pagine più note del compositore portoghese Emmanuel Nunes; i due elementi antinomici del fuoco e del mare incarnano il mistero della permanenza e del cambiamento, figure centrali della musica di ogni tempo.
Nel secondo concerto prosegue il focus che Rondò dedica a Stefano Gervasoni, con un omaggio che egli rende a Schumann rielaborando «alcuni brani del compositore renano attraverso un dispositivo elettronico invisibile che consente di amplificare un segnale audio artificiale usando la cassa armonica stessa dello strumento, cioè in maniera del tutto naturale, dando così corpo alle ‘innere Stimmen’ che ossessionavano la scrittura pianistica schumanniana».
Il pezzo di Gervasoni è preceduto e seguito da due prime esecuzioni assolute, la prima di Gabriele Manca, commissione SIAE su indicazione di Maria Grazia Bellocchio, e la seconda di Stefano Bulfon.


Sto caricando la mappa ....