By

Data / Ora
Date(s) - 17/05/2017
20:3022:00

Location
Teatro Litta

Programma

Omaggio a György Kurtág (1926)
Játékok (1973-2010) selezione
Otto pezzi per pianoforte op. 3 (1960)
Splinters op. 6/d (1978)
Trascrizioni da Johann Sebastian Bach

Pianisti selezionati dal progetto Call for Young Performers
(Masterclass tenuta da Maria Grazia Bellocchio)


Repliche del concerto del 17 maggio
20.05 – Trieste, Museo Revoltella in collaborazione con Chromas Associazione Musica Contemporanea
27.05 –Novara, Conservatorio

Játékok di György Kurtág è una raccolta di centinaia di brevi pezzi per pianoforte a due e a quattro mani suddivisi in otto volumi. L’opera ha avuto origine nel 1960, anno in cui Kurtág ha composto alcuni brani per suo figlio. Tredici anni dopo, sembra su suggerimento della pedagoga ungherese Marianne Teöke, Kurtág ha scritto un’ulteriore serie di diciannove pezzi che si aggiungono a quelli scritti per il figlio. La scrittura degli Játékok ha da allora accompagnato il compositore per tutta la sua vita. Kurtág ha scritto che l’opera è stata “suggerita dal bambino che si dimentica di se stesso mentre suona, quel bambino per il quale lo strumento è ancora un gioco.” E Játékok significa appunto giochi.
Lobiettivo del compositore nello scrivere questi pezzi non è certo stato quello di sviluppare abilità tecniche sulla tastiera attraverso un metodo, ma quello di sollecitare la curiosità dell’esecutore, di favorire la sua libertà e gioiosità, il suo coinvolgimento immediato nell’esperienza sonora, la sua capacità di ascoltare i suoni prodotti e soprattutto di esprimere emozioni. Scrive Maria Grazia Bellocchio: In Játékok si trovano piccole formule, poche note, in cui Kurtág sembra poter riversare tutta la sua vita. È probabile che dentro questi pezzi, che sono quasi un diario, abbia messo dei suoi ricordi: il pensiero per una persona, il ricordo di un compositore o di una danza, un dolore o un lutto. Kurtág ha una tale fantasia e intensità che credo che qualsiasi cosa vede possa diventare musica.”
I giovani pianisti che si alternano nell’esecuzione degli Játékok e di altri pezzi pianistici di Kurtág hanno seguito la masterclass di Maria Grazia Bellocchio iniziata lo scorso dicembre.

 

 

 

 

 


Sto caricando la mappa ....