By

Data / Ora
Date(s) - 04/04/2020
19:0022:30

Location
Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano

Programma

Sala Verdi

ore 19.00. primo concerto

György Kurtág (1926), Kafka Fragmente op. 24  per soprano e violino (1985/87)
Beatrice Binda soprano
Lorenzo Gorli violino

«I Kafka-Fragmente di Kurtág costituiscono probabilmente l’esperienza di ascolto più estrema che un ascoltatore coraggioso può intraprendere nel corso della propria vita. Ci si trova davanti a un linguaggio totalmente nuovo, di una densità informativa ed emozionale che richiede un grande sforzo empatico per essere decodificata. Entrando dentro questa musica fino a divenirne parte, senza percepire più alcun confine tra noi ed essa, si fa esperienza completa di questi momenti di bellezza totale e indescrivibile. Ascoltando, davvero, questi frammenti di emozione concentrata alla sua massima potenza, si esperisce qualcosa di non dissimile dagli atti noetici dei quali parlavano i filosofi greci, e poi Husserl. Un livello di comprensione immediata e altissima della vita e della sua vastità, che ti investe nella molteplicità delle sue forme, trascendendo il pensiero».
(Fabio Barbieri, Prospettive Musicali, Radio Popolare)

 

ore 21.00. secondo concerto

György Kurtág (1926)
Quasi una fantasia per pianoforte e ensemble (1987-88)

Gérard Grisey (1946) Partiel, per ensemble (1975)

Claudio Ambrosini (1948), Novità (2020)**
Analisi della Novità a cura del compositore
Claudio Ambrosini, Novità (secondo ascolto)

Maria Grazia Bellocchio pianoforte
Divertimento Ensemble ensemble – m2c
Sandro Gorli direttore

**prima esecuzione assoluta

Progetto AscoltareOggi 2020

I musicisti di Divertimento Ensemble si uniscono a giovani allievi del Conservatorio di Milano, che fanno parte dell’ensemble m2c dell’Istituto di musica moderna e contemporanea, per dar vita a un ensemble allargato in grado di affrontare un repertorio raramente eseguito perché con organico troppo grande per un normale ensemble e troppo piccolo per una orchestra sinfonica. La nuova formazione porterà in Sala Verdi due capolavori già ascoltati anni fa di György Kurtág e di Gérard Grisey e presenterà in prima esecuzione assoluta e nella formula del doppio ascolto, inframmezzato dall’analisi del compositore, una novità che Rondò ha commissionato al veneziano Claudio Ambrosini.

Con il supporto della Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

 

 

 

 


Sto caricando la mappa ....