By

Data / Ora
Date(s) - 25/05/2021
8:30 pm - 10:30 pm

Location
Fabbrica del Vapore

Programma

Stefano Bulfon (1975)
Veli d’aria (2018)*
Le temps est un fleuve sans rives (2010)

Yukiko Watanabe (1983)
Memory and Stain for living room with small piano (2019)

Gabriele Manca (1957)
Senti, Aspetta (2019)**

Stefano Gervasoni (1962)
Altra voce, omaggio a Robert Schumann, per pianoforte e dispositivo elettronico trasparente (2016-17)
I. Luce ignota della sera
da Zwölf Vierhändige Klavierstücke für kleine und große Kinder op. 85 n. 12
II. Sirenenstimme
da Fantasiestücke op. 88 n. 3
III. Fiori soli rossi
da Waldszenen op. 82 n. 3 e 4
IV. Vogelgänger
da Waldszenen op. 82 n. 7
V. Alba mentore
da Gesänge der Frühe op. 133 n. 1
Maria Grazia Bellocchio pianoforte
Alvise Vidolin ingegnere del suono

* prima esecuzione assoluta
** prima esecuzione assoluta. Opera commissionata con il sostegno di SIAE – Classici di Oggi 2018-2019

Il concerto si apre con due composizioni di Stefano Bulfon, Veli d’aria, dedicata a Sandro Gorli e in prima esecuzione assoluta, e Le temps est un fleuve sans rives del 2010. Torna la nostra Compositrice in residence Yukiko Watanabe con il recente Memory and Stain for living room with small piano, in prima esecuzione italiana.
Al centro del programma una prima esecuzione assoluta di Gabriele Manca, scritta su commissione della SIAE per Maria Grazia Bellocchio alla fine del 2019.
Conclude il concerto Altra voce di Stefano Gervasoni, un omaggio che egli rende a Schumann rielaborando «alcuni brani del compositore renano attraverso un dispositivo elettronico invisibile che consente di amplificare un segnale audio artificiale usando la cassa armonica stessa dello strumento, cioè in maniera del tutto naturale, dando così corpo alle ‘innere Stimmen’ che ossessionavano la scrittura pianistica schumanniana».

Nel perdurare della chiusura delle sale teatrali e da concerto come da disposizioni vigenti, la data in presenza del 25 maggio verrà cancellata.


Sto caricando la mappa ....